città di Ayering

città-università situata all'estremità meridionale delle Terre Civilizzate Orientali; a partire dall'1 ED è la capitale dell'Impero del'esilio

panoramica

Ayering è un'antica città fluviale risalente all'ER; originariamente faceva parte del confine orientale del Regno. È costruita a ridosso di una collina sulla quale sorge la cittadella fortificata; ai piedi dell'altura, sulle rive del Grande Fiume d'Argento, si trova invece il borgo, o città bassa. Con il mutare delle circostanze politiche, la sua posizione di controllo sul traffico fluviale ne ha fatto uno dei più importanti snodi commerciali del Vecchio Continente. L'aumento della ricchezza ha portato sempre maggiori investimenti nella ricerca e nella conservazione del sapere fino a trasformare profondamente la struttura stessa della cittadella, che risulta quindi suddivisa in sestrieri in base alla materia di studio:

  • Scienze letterarie (bianco)
  • Scienze filosofiche (blu)
  • Scienze tecniche (giallo)
  • Scienze artistiche (rosso)
  • Scienze naturali (verde)
  • Scienze occulte (nero)

La città bassa è divisa in borgo e porto; il borgo è protetto dalla cerchia di mura esterna, mentre il porto si trova all'esterno di essa. La lunga predominanza di Ayering sulla regione negli ultimi secoli ha fatto sì che fosse superflua la costruzione di una terza cerchia di mura, che comprendesse anche il porto.

In quest'immagine di Ayering sono visibili la cittadella, il borgo e il porto. Osservando attentamente il profilo della cittadella si distinguono le guglie del palazzo del Capitano del Porto, e sulla destra le imponenti strutture del Sestriere delle Scienze Occulte.

politica

Il governatore della città e dell'intera regione (propretore di Ayering) prende tradizionalmente il nome di Capitano del Porto in memoria del fatto che originariamente Ayering era una città stato indipendente (l'antico Capitanato di Ayering). Nel suo compito il Capitano è affiancato da un consiglio formato dai sei reggenti dei sestrieri; quest'assemblea prende il nome di Consiglio degli Esarchi.

Dopo lo scoppio della guerra civile nel 1979 EI, Ayering diviene la nuova Capitale dell'Impero Nehorwiano (ora Impero dell'Esilio) e la struttura politica e amministrativa della città, pur se formalmente preservata, perde di fatto significato soverchiata dalla mastodontica Cancelleria Imperiale.

luoghi

I luoghi di interesse sono qui suddivisi per sestriere; al centro della città è inoltre presente il Castello del Capitano del Porto che costituisce una sorta di «zona franca» nella quale nessuno degli Esarchi ha potere. Il transito da una zona all'altra è libero, ma per gli studenti di alcuni sestrieri potrebbe essere difficile muoversi in alcuni altri per via delle antiche rivalità che contrappongono le materie e le Case che se ne occupano.

il castello del Capitano del Porto

scienze letterarie

biblioteca di tutte le letterature

scienze filosofiche

chiostri del pensiero

scienze tecniche

torre delle ipotesi

scienze artistiche

locanda del liuto d'argento
piazza della Ninfa
teatro del grifone

scienze naturali

Alte Case di Guarigione
giardino di ferro

Il giardino di ferro è uno dei più grandi capolavori dell'arte della lavorazione del metallo esistenti nel Vecchio Continente. Si tratta di un grande giardino a pianta quadrata situato al centro della piazza delle scienze dei metalli. La sua unicità risiede nel fatto che è interamente realizzato in ferro battuto, fin nei minimi particolari. Ogni albero, ogni fiore, ogni filo d'erba, tutto nel giardino di ferro è stato realizzato nel corso di innumerevoli generazioni dai fabbri e dagli artisti della città.

Durante i temporali il giardino di ferro si comporta vome un immenso parafulmine attirando su di sé tutti gli strali che cadrebbero altrimenti sulla città e sul porto. Questo lo rende ovviamente un luogo letale quando la furia degli elementi si scatena e questa sua caratteristica è stata sfruttata talvolta per delle spettacolari esecuzioni.

scienze occulte

biblioteca ermetica
catacombe
cripta degli inginocchiati

La Cripta degli Inginocchiati è uno dei luoghi più inquietanti di Ayering. Si tratta di una piccola sala dal soffitto a volte sorrette da basse colonne circolari perennemente illuminata da sette lampade ad olio. La manutenzione delle lampade è uno dei compiti dei Necromanti della città e viene svolta di solito da un sacerdote consacrato per via dell'importanza del compito.

La Cripta è un antico tempio dedicato a Tyr e contiente un antichissimo altare risalente all'ES. La prima cosa che colpisce i visitatori tuttavia è la presenza di sette figure in armatura inginocchiate di fronte alla reliquia. Si tratta di sette cavalieri che avevano prestato giuramento davanti a Tyr e sono venuti meno ai loro voti. Per punirli del loro tradimento, e far sì che la loro punizione rimanesse a monito per le generazioni future, il loro maestro ordinò che le giunture delle loro armature fossero saldate nella posizione in cui è possibile vederle tutt'ora.

L'agonia dei sette cavalieri fu terribile, e si dice che le loro grida di dolore, disperazione e follia potessero essere udite fino al di là del fiume. Intrappolati nelle armature, immobili nella loro penitenza, morirono sotto gli occhi di tutti mentre ogni giorno, tre volte al giorno, un araldo leggeva pubblicamente la loro condanna al popolo.

Le armature contengono tuttora i miseri resti dei sette malcapitati.

museo dell'assurdo

borgo

Basse Case di Guarigione

porto

fumeria del fumo di seta
locanda della civetta
via dell'Oriente

personaggi

backlinks

ambientazione_classica/geografia/vecchio_continente/terre_civilizzate_orientali/regione_di_ayering/citta_di_ayering/start.txt · Ultima modifica: 2016/01/13 14:53 da fabio
Torna su
 
chimeric.de = chi`s home Creative Commons License Valid CSS Driven by DokuWiki do yourself a favour and use a real browser - get firefox!! Recent changes RSS feed Valid XHTML 1.0